ACLI COLF. LE FERIE NON POSSONO ESSERE MENSILIZZATE

ACLI COLF. LE FERIE NON POSSONO ESSERE MENSILIZZATE

986

10351828_667460746668523_7642090428426020440_nHo assunto un’assistente familiare per mia madre non autosufficiente, che ha bisogno di assistenza continua. Posso accordarmi fin da ora, per pagarle tutte le ferie di cui ha diritto, magari anche mensilmente?

L’art. 18 del Ccnl degli addetti ai servizi domestici stabilisce che “indipendentemente dalla durata e dalla distribuzione dell’orario di lavoro, per ogni anno di servizio presso lo stesso datore di lavoro, il lavoratore ha diritto ad un periodo di ferie di 26 giorni lavorativi”, per sottolineare poi al comma 4 che “il diritto al godimento delle ferie è irrinunciabile”.

Esse infatti hanno una specifica funzione, riconosciuta dall’ordinamento, di ricostituzione delle energie fisiche e mentali del lavoratore, e per questo motivo la stessa norma ribadisce:

– Le ferie hanno di regola carattere continuativo;

– Esse potranno essere frazionate in non più di due periodi all’anno, purché concordati tra le parti;

– La fruizione delle ferie, deve aver luogo per almeno due settimane entro l’anno di maturazione e, per almeno ulteriori due settimane, entro i 18 mesi successivi all’anno di maturazione;

L’indennità di ferie dunque, che sostituisce monetariamente il godimento materiale del riposo, ha carattere “eccezionale”, e può essere corrisposta solo in presenza di determinati presupposti, ad esempio in caso di interruzione del rapporto di lavoro.

La forfettizzazione con il pagamento mensile, realizza una pratica esattamente contraria a tale principio, non ammessa dall’ordinamento: qualsiasi patto concluso in tal senso è nullo, avendo ad oggetto diritti irrinunciabili.

Fonte: ACLI