ACLI. Il Giorno della Memoria

ACLI. Il Giorno della Memoria

952

giornata della memoriaOggi ricorre il 70° anno da quel 27 Gennaio 1945 quando vennero aperti i cancelli del lager di Auschwitz, rivelando al mondo i crimini compiuti dai nazisti contro il popolo ebraico. Dalla fine degli anni ’30 al 1945 in Europa furono deportati e uccisi circa sei milioni di ebrei.
Con una legge del 20 luglio 2000, la Repubblica italiana ha istituito il Giorno della Memoria e nel primo articolo riconosce il 27 gennaio come data simbolica per “ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”.
Lo scopo di questa giornata, quindi, è quello di conservare nel futuro la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa affinché simili eventi non possano mai più accadere.