La delegazione di Benevento a Cortona per l’Incontro nazionale di studi...

La delegazione di Benevento a Cortona per l’Incontro nazionale di studi delle Acli

784

ACLI BeneventoLa delegazione delle ACLI, con il suo presidente Filiberto Parente, parteciperà  Giovedì 18 settembre, a Cortona (Ar), per l’Incontro nazionale di studi delle Acli dal titolo “Il lavoro non è finito. Un’economia per un lavoro buono e giusto”, che proseguirà fino a sabato 20 settembre. Saranno oggetto di dibattito molti dei temi caldi del prossimo autunno, come il Jobs Act, la legge di stabilità, il superamento delle politiche di austerità, il fisco, la lotta alla povertà, la riforma del Terzo Settore, le riforme istituzionali, l’applicazione del nuovo sistema di tassazione sulla casa.

Di fronte al rischio di una riduzione del lavoro a merce ed a mero strumento per fare profitto le Acli riflettono su una prospettiva economica radicalmente nuova indicata sia nell’enciclica Caritas in veritate, che nell’esortazione apostolica Evangelii Gaudium, perché convinte che per imprimere un cambiamento occorre ricominciare dal lavoro, dal senso del lavoro per l’uomo e per la comunità.
In tal modo il lavoro diviene per le Acli la chiave di lettura del contesto attuale caratterizzato dall’aumento delle disuguaglianze, dalla crisi della democrazia e dall’estensione di troppi fronti di guerra. Durante le tre giornate dell’incontro di studi si metteranno a confronto con l’aiuto di un nutrito gruppo di ospiti ed esperti, prospettive diverse legate al lavoro: da quella economica a quella filosofica, giuridica, sociologica e artistica.

Nella dispensa che introduce i temi e l’elaborazione culturale che ha preparato l’incontro, un approfondimento (a cura dell’Iref, l’istituto di ricerca delle Acli) sui principali indicatori economici e sociali del Paese, su tre diversi piani di analisi: le persone, le aziende e il contesto in cui operano. Infine, durante l’incontro di studi, venerdì 19 settembre verranno presentati alla stampa a Cortona i dati, elaborati dal Caf Acli, relativi a tutti i comuni che hanno inviato al Ministero in tempo utile le delibere sulla Tasi, con il calcolo dell’aliquota media ed il raffronto con l’Imu.