martedì 24 ottobre 2017
Tags Posts tagged with "ACLI TERRA"

ACLI TERRA

201

18921895_879702068834615_316958063125457533_nGrande successo per l’incontro  promosso  dal network Risorsa Mezzogiorno  e dalle ACLI provinciali di Benevento nella Casa Comunale di Torrecuso  con il Vice Ministro alle Politiche Agricole, Andrea Olivero, sul tema: “Il sociale abbraccia l’agricoltura nella terra delle eccellenze. Territorio e legami sociali per lo sviluppo e l’inclusione”.
“Davvero una giornata significativa ed importante dedicata al patto nuovo tra il mondo del sociale e l’agricoltura del Sannio – ha affermato Pasquale Orlando che ha animato i lavori del seminario – Un lavoro comune sostenuto dalla presenza del viceministro all’agricoltura Andrea Olivero e i contributi dei maggiori esponenti della cooperazione sociale campana e dell’associazionismo produttivo rurale. Molti sindaci e amministratori locali con il presidente della Provincia Claudio Ricci e con gli esponenti della società civile a partire dal presidente provinciale delle Acli Danilo Parente e quello regionale nonché
portavoce del Forum Terzo Settore Filiberto Parente nella bella location di Torrecuso uno dei comuni più vitati d’Italia.”
Un confronto tra cooperazione sociale e mondo agricolo sulla necessità di favorire sviluppo territoriale e inclusione sociale. Il terzo settore e le istituzioni si ritrovano a Torrecuso per studiare sinergie possibili e strategie di innovazione nel quadro della programmazione europea e della globalizzazione dei mercati attraverso un modello di dialogo sociale serrato e produttivo. Trenta interventi e un fortissimo scambio di informazioni e opportunità che rendono un successo l’iniziativa promossa da Risorsa Mezzogiorno e dalle ACLI provinciali di Benevento nell’ottica di una comune decisione di aggregare un forte partenariato territoriale.
Intervenuti:
Raffaele Amore, presidente Centro Servizi Volontariato Benevento.
Presidente CIA Benevento
Marco Balzano, dirigente agricoltura per Benevento Regione Campania
Nicola Caprio, presidente Centro Servizi Volontariato CSV Napoli
Alfonso Ciervo, presidente Confagricoltura Benevento
Rino Di Domenico, presidente Confcooperative Benevento
Giampaolo Gaudino, presidente Federsolidarietà Campania
Gennaro Masiello,  presidente Coldiretti Campania etc.
Angelo Moretti, direttore generale Caritas
Erasmo Cutillo, Sindaco di Torrecuso
Pino Vitale, presidente nazionale CTA ACLI
Gianluca Mastrovito, Presidenza nazionale CAA ACLI
Gennaro Guida segreteria nazionale FAP ACLI
Renato Lombardi Consigliere delegato Provincia di benevento.
Danilo Parente, Presidente Provinciale ACLI Benevento
Nicola De Ieso, assessore comunale San Giorgio del sannio,
Filiberto Parente, Presidente Regionale ACLI Campania e portavoce
regionale Forum Terzo Settore
Libero Rillo, Presidente Consorzio dì Tutela Sannio DOP
Ettore Rossi, presidente Centro cultura università cattolica e direttore
pastorale del lavoro diocesi BN
Luca Sorrentino, presidente Lega coop sociale campania
Carmine Valentino Sindaco di Sant’Agata dei Goti e segretario
provinciale PD.
Claudio Ricci, Presidente Amministrazione Provinciale benevento.
In diretta il confronto ha anche toccato argomenti di stretta attualità come la necessaria proroga per la presentazione delle pratiche PAC per i CAA. A tal proposito, Il Viceministro Olivero ha immediatamente favorito una soluzione condivisa.
A seguire, pomeriggio a Sant’Agata dei Goti sulle tracce della prima falanghina vinificata in purezza e al bellissimo Municipio saticulano dove il vice ministro è stato accolto dal Sindaco Carmine Valentino e dalla giunta comunale.

384

vitignoAcli Terra esprime soddisfazione per il grande lavoro svolto in commissione agricoltura della Camera approvato all’unanimità l’approvazione del Testo unico sulla viticoltura e la produzione del vino, uno strumento che snellisce tempi e pratiche degli operatori del settore, consentendo alle aziende di essere maggiormente competitive nei mercati internazionali. Questo fornirà ai produttori una sola legge di riferimento con 90 articoli che riassume tutta la normativa precedente: un’operazione di semplificazione che era attesa da anni e che consente di tagliare burocrazia e di migliorare il sistema dei controlli. Il Testo Unico, oltre a semplificare comunicazioni e adempimenti a carico dei viticoltori, rivede il sistema di certificazione e controllo dei vini a denominazione di origine ed indicazione geografica con contenimento dei costi, riforma inoltre il sistema sanzionatorio e introduce sistemi di tracciabilità anche per i vini a IGT e norme per garantire trasparenza sulle importazioni dall’estero.
Si stima un taglio del 50% dei tempi dedicati alla burocrazia – sostiene Giuseppe Cecere, presidente nazionale di Acli Terra – ed il dato più incoraggiante per il Paese è legato all’adozione di uno strumento completo, unico in tutta Europa, che finalmente tutela un comparto con un fatturato che supera i 10 miliardi di euro. Abbattendo i cavilli burocratici, diminuendo gli oneri a carico delle imprese agricole e introducendo innovazioni legate all’etichettatura e alle denominazioni geografiche, la legge renderà la produzione del vino in Italia più competitiva.
Un grazie anche per l’impegno del ministro Maurizio Martina e del vice ministro Andrea Olivero – conclude Cecere – che ha consentito di approvare il provvedimento entro l’anno, come era stato promesso, e questo è un grande vantaggio per tutto il settore agricolo”.

Fonti: ACLI

686

ACLI TERRA“Il caporalato – afferma una nota di Acli Terra, l’Associazione nazionale professionale agricola delle Acli – possiede i tratti di un fenomeno criminale le cui proporzioni aumentano drammaticamente nelle forme dello sfruttamento di lavoratori immigrati, ma anche di lavoratori italiani, sottoposti a situazioni molteplici di ricatto e di intimidazione, in un clima di paura e di sottomissioni indotto da bisogni assoluti di lavoro”.

“Oltre l’emergenza – sostiene Michele Zannini, Presidente nazionale di Acli Terra – serve una strategia di medio e lungo periodo che coinvolga, in un unico strumento di governo, un complesso di azioni condivise per dare trasparenza e forza alle responsabilità del Governo, delle Regioni, dei produttori, del Sindacato, delle Associazioni di categoria e, non di meno, dell’industria alimentare e della rete di distribuzione”.

Apprezzabile la creazione della “Rete del lavoro agricolo di qualità” presso l’Inps, che sarà operativa dal 1 Settembre; fondamentale la certificazione etica delle attività d’impresa ed il sostegno al consumo critico e consapevole; importante la legge che già da qualche anno ha reso il caporalato un reato penale.

Tutto ciò può, tuttavia, non bastare, se non si mette in campo un complesso più organico di iniziative che incidano sulla qualità e l’efficacia di controlli, di ispezioni e di sanzioni, fino alla pratica di misure di prevenzione patrimoniale, come accade per la lotta alla mafia.

Servono, inoltre, scelte di natura amministrativa e fiscale che sostengano chiaramente le imprese corrette, rispettose della legalità, e sanzionino duramente quelle complici di reati di sfruttamento e di reati connessi.

Tanto più nel Mezzogiorno, in cui il sistema agroalimentare è profondamente avvelenato dal fenomeno e, non di meno, nel resto d’Italia, dove il caporalato assume forme magari più moderne ed altrettanto diffuse di attacco al valore della filiera agroalimentare e della sua distribuzione.

Fonte: ACLI

877

11241436_825839627494272_5313898287970140092_nSi terrà Venerdì 26 Giugno 2015, alle ore 18.00, presso il Musa di Benevento, la manifestazione “Gustibus – Gustiamo i brevetti sanniti”, promossa da Futuridea, Innovazione Utile e Sostenibile, in collaborazione con il Cnr ISAFoM e Acli Terra, con il patrocinio della Fondazione ITS BACT.

L’evento prenderà il via con la presentazione del brevetto N° RM2014U000154 denominato “Eco – arrosto” di Giuseppe Del Vecchio, realizzato con lo scopo  di innovare le modalità di cottura della carne.  Alla presentazione interverranno il Presidente delle Acli di Benevento, Filiberto Parente, il Presidente di Futuridea, Carmine Nardone, il primo ricercatore del CNR ISAFoM, Antonio Leone, e il Presidente della Fondazione ITS BACT, Aniello Di Vuolo.

“Gustibus – Gustiamo i brevetti sanniti” proseguirà con la degustazione della carne preparata attraverso l’innovativo brevetto di Giuseppe Del Vecchio e l’esibizione di artisti sanniti in cui si alterneranno Gianni Gallo e la sua fisarmonica, il duo Jessica e Romolo Altieri (Cafè Chantant) e il trio Sandro, Carmine e Valentino.

908

PAC2014-2020Il 31 Luglio 2014, è stata approvata dal Consiglio dei ministri la “Riforma PAC 2014-2020: le opportunità della nuova politica agricola”, per un rilancio e una riqualificazione delle opportunità produttive e per il miglioramento della qualità della vita nelle aree rurali.

Nello specifico la Riforma tratta diverse questioni:

 la regionalizzazione a livello nazionale e requisiti minimi;

  l’introduzione  della figura dell’agricoltore attivo, ossia colui che mantiene una attività agricola minima nei propri terreni, con l’esclusione dai pagamenti diretti di alcune tipologie di richiedenti, quali le società sportive, i campi da golf, le società immobiliari, le società aeree e ferroviarie, a meno che non venga dimostrato che il livello di pagamenti diretti ricevuto da tali figure sia almeno pari al 5% degli interi loro proventi;

– la definizione del pagamento di base e greening;

il calcolo del valore unitario iniziale e della convergenza interna;

il sostegno accoppiato, che consentirà di garantire un ulteriore e mirato sostegno a produzioni agricole strategiche  o che attraversano un particolare momento di crisi;

– le agevolazioni, concesse sotto forma di pagamento aggiuntivo annuale, per giovani agricoltori;

l’adozione di un quadro semplificato per i piccoli agricoltori che riceveranno un contributo forfettario.

La riforma Pac prevede anche molte altre misure, tra le quali: un ruolo centrale delle Organizzazioni dei produttori, per aumentare la forza contrattuale degli agricoltori nella catena alimentare; misure per stimolare l’attività agricola nei settori rurali; un fondo di gestione delle crisi alimentari con ampia flessibilità in mano alla Commissione europea; un nuovo schema di collaborazione tra ricercatori e agricoltori per promuovere l’introduzione di nuove tecnologie.

 

948

ACLI TERRA - Giornata RingraziamentoAnche quest’anno, Acli Terra – insieme a Coldiretti, Feder.Agri-Mcl, Fai Cisl e Ugc Cisl – collabora e partecipa alla celebrazione della 64ª Giornata Nazionale del Ringraziamento, che si svolgerà domenica 9 novembre 2014 nella Arcidiocesi di Milano.

La Giornata sarà preceduta, sabato 8 novembre 2014 ore 9.30, da un seminario di studio presso il Teatro San Carlo (Via Morozzo della Rocca, 12 – Milano).

A seguire il programma della manifestazione.

Programma

Fonte: ACLI