Sportello “Noi in Ascolto”, al via gli incontri tematici.

Il bullismo al centro del primo momento di approfondimento.

53

Quest’oggi, presso lo Sportello “Noi in Ascolto” sito in via Francesco Flora n. 31, la psicologa Sara Stringara, nell’ambito degli argomenti trattati dal centro, ha affrontato il tema del bullismo delineandone le caratteristiche principali.

Si tratta, come spiegato dalla psicologa, di un “fenomeno piuttosto diffuso e conosciuto, ma spesso confuso con altre situazioni, se non vengono individuate le sue peculiari dimensioni. Il bullismo, infatti, si denota per la compresenza di tre elementi: persistenza nel tempo, intenzionalità dell’atto aggressivo e squilibrio (fisico, psichico o psicofisico) tra bullo e vittima. Il bullo e la vittima non sono gli unici protagonisti del bullismo, giacché chi assiste alla scena può assumere vari ruoli: sostenitore o aiutante del bullo; spettatore; difensore della vittima. Le conseguenze psicologiche, sociali, e giuridiche, per chi è coinvolto – ha concluso – non vanno sottovalutate, pertanto è importante chiedere aiuto e non rimanere isolati, per rompere il silenzio omertoso che copre troppo spesso gli episodi di bullismo”.

Lo Sportello “Noi in Ascolto”, nato da un protocollo d’intesa tra ACLI Provinciali di Benevento, CESVOB Centro Servizi per il Volontariato, Simposio Immigrati Benevento ed Unione Giuristi Cattolici Italiani Benevento, offre un servizio gratuito di consulenza, avvalendosi di un team di avvocati e psicologi i quali, ogni venerdì pomeriggio, oltre a garantire colloqui nel rispetto della privacy e della riservatezza, approfondiranno una diversa tematica trattata dal centro attraverso brevi contributi video.