Diciotto mesi per il Progetto “Lettera 32” finanziato da Fondazione con il...

Diciotto mesi per il Progetto “Lettera 32” finanziato da Fondazione con il Sud, capofila il “Simposio Immigrati” delle ACLI Sannite

LETTERA 32Si è svolta Giovedì 23 Aprile 2015, alle ore 10.00, presso la sala conferenza delle Acli di Benevento, in Via Francesco Flora 31, la presentazione del Progetto “Lettera 32”, finanziato da Fondazione con il Sud nell’ambito del “Bando Volontariato 2013”, che vede come capofila il “Simposio Immigrati delle ACLI” in partenariato con l’Associazione “Vivere Dentro”, la Cooperativa Sociale “San Paolo”, l’Associazione “Il Bambino Incompreso”, l’Associazione “Casa nel Sole”, l’Associazione “Il Girasole” e l’Associazione “P.A. – L.A.R.A.B.A.”, con la presenza di Rino di Domenico e Don Alfonso Calvano, la presidente del Circolo Acli Guardia Filomena Prete e Michele Fusco dell’Unione sportiva ACLI.

Il sistema di welfare è in una fase di forte trasformazione – dichiara Filiberto Parente, Presidente del Simposio ACLI – verso una maggiore articolazione dei servizi sul territorio per ritornare alla centralità della persona umana ed al valore del volontariato, per mettere al centro il “capitale sociale umano”. Il progetto Lettera 32 – afferma il presidente – punta, oltre alla formazione dei volontari, anche ad avvicinare il mondo della scuola; si terranno degli incontri con gli studenti presso 13 scuole superiori, avendo come obiettivo la diffusione dei principi del volontariato verso le nuove generazioni e la trasmissione dei valori che muovono la scelta di tanti volontari, e con i cittadini presso vari centri sociali quali presentazione e sviluppo di un’offerta di servizi al territorio.

Il progetto durerà fino a Luglio 2016, “Famiglia, Dipendenze e Immigrazione” sono i tre temi trasversali sui quali il welfare dovrà necessariamente confrontarsi nei prossimi anni – conclude Parente – e sui quali il partenariato intende sperimentare forme di intervento sui bisogni nuovi ed emergenti, che necessitano di un volontario attivo e preparato in possesso di una “cassetta degli attrezzi” aggiornata ed efficiente, capace di affrontare le nuove sfide che vengono proposte.