PATRONATO ACLI – Giuseppe va #inpensioneprima con #quota100: “Ora potrò godermi di più i miei affetti”

101

Giuseppe di Sassari ha 64 anni e 38 di contributi. Dopo aver lavorato per 15 anni come dipendente si è messo in proprio nel commercio delle automobili, dedicandosi anima e corpo al suo mestiere, spesso sacrificando anche la famiglia.

Qualche mese fa un brutto incidente, dove ha rischiato molto, gli ha fatto mettere ordine alle priorità della sua vita e ha deciso così di rivolgersi al Patronato Acli della sua città per capire se poteva accedere o meno a “quota 100”.

Giuseppe voleva andare in pensione prima, cercava la miglior soluzione possibile, aveva bisogno di una consulenza personalizzata per capire quali fossero le sue opportunità.

“Sono stato molto felice di sapere che ero idoneo per accedere alla pensione anticipata con quota 100 – ci racconta – perché ho la possibilità di godermi un po’ di più i miei affetti, la mia nipotina, dopo tanti anni di lavoro. Tra l’altro l’importo mensile della pensione in quota 100 è molto simile a quella con cui sarei andato seguendo l’iter normale. Insomma, la riduzione è davvero molto bassa e l’ho accettata ben volentieri in cambio della possibilità di godermi un po’ di più la mia vita”.

 

VAI AL TEST #INPENSIONEPRIMA

È online il test di autovalutazione #inpensioneprima per una prima ricognizione della tua situazione previdenziale, ti aiuterà a scoprire le eventuali opportunità per accedere alla pensione.

Dopo aver completato il test #inpensioneprima, in base ai risultati ottenuti, ti aspettiamo per un appuntamento personalizzato con i nostri consulenti, perché la pensione è un momento importante della vita e nulla va lasciato al caso.

Fonte: https://www.patronato.acli.it/