PATRONATO ACLI. La pensione anticipata per i lavoratori precoci

PATRONATO ACLI. La pensione anticipata per i lavoratori precoci

109

decorrenza-precociLa pensione anticipata è un beneficio accessibile nel limite di specifiche risorse economiche previste dalla legge, secondo criteri di priorità imposti nel riconoscimento della prestazione e un’attività di monitoraggio e formazione di graduatorie da parte dell’Inps.
Per stabilire l’esatta decorrenza di queste pensioni non basta verificare il momento di maturazione dei requisiti, ma serve anche sapere la posizione in graduatoria.
Il procedimento di riconoscimento del beneficio ha inizio con la presentazione di una doppia domanda: la prima per ottenere la certificazione delle condizioni per l’accesso al beneficio, la seconda per chiedere la pensione anticipata. Il termine entro il quale è possibile inviare la prima domanda è 15 luglio p.v.; sulla base delle domande utili presentate entro tale data verrà predisposta la graduatoria dall’INPS. L’Inps comunicherà al richiedente l’esito della domanda entro il 15 ottobre p.v. La comunicazione potrà contenere: il riconoscimento delle condizioni con l’indicazione della prima decorrenza utile della pensione; il riconoscimento delle condizioni con il differimento della decorrenza della pensione per insufficiente copertura finanziaria (in tal caso la prima data utile per l’accesso al trattamento pensionistico anticipato verrà comunicata in data successiva); il rigetto della domanda per mancanza delle condizioni necessarie.
Ottenuta la certificazione dei requisiti con l’indicazione della prima decorrenza utile, può essere presentata la domanda di pensione anticipata come lavoratore “precoce”, anch’essa telematica.
L’inoltro in contemporanea delle due domande (certificazione e pensione anticipata) è possibile ed opportuna per tutti coloro i quali hanno già maturato tutti i requisiti.

Fonte: PATRONATO ACLI